Verso uno sport antirazzista

Articolo tratto dal Corriere Adriatico del 1/07/2013

L’idea di un calcio senza barriere. Assata dal ministro per l’antirazzismo

Ancona – Qualcosa sta cambiando. Da oggi ad esempio, le società dilettantistiche potranno tesserare un numero illimitato di giocatori comunitari. Ma per gli stranieri, quelli cioè che non appartengono all’area Euro, resta il limite di due per squadra. 

Non basta. La polisportiva Assata Shakur, sin dal 2001, lotta per un calcio senza barriere. E lo farà anche nel prossimo Mondiale Antirazzista, che si svolgerà per la 17^ edizione da mercoledì a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena. Alla cerimonia di chiusura è attesa Cécile Kjenge, ministro dell’integrazione. L’occasione è stata colta al volo da Alessio Abram, tra i fondatori dell’Assata Shakur e presidente di Sport alla Rovescia, associazione attiva in ambito nazionale che ha già promosso la campagna “Gioco anch’io”, finalizzata ad equiparare il tesseramento degli stranieri a quello degli italiani. L’incontro tra Abram, i ragazzi della Polisportiva e la Kjenge si terrà sabato alle 18.

“Incontreremo il ministro chiedendo di dare un segnale tangibile al Paese, a partire dallo sport – spiega Abram-. L’obiettivo è far sì che almeno nel mondo dilettantistico i cittadini stranieri residenti in Italia e in possesso di regolare permesso di soggiorno possano essere equiparati in tutto e per tutto agli italiani, mentre ancora oggi la burocrazia lo impedisce”.

A margine del Mondiale Antirazzista, alla cui ideazione contribuirono negli anni ’90 gli ultras dorici del vecchio Collettivo, Abram illustrerà alla Kjenge “Ancona Respect”, associazione a cui potranno iscriversi coloro che si riconoscono nei principi e negli obiettivi del progetto, condiviso con Sosteniamolancona, che porterà all’allestimento ad Ancona di una scuola calcio “open”, senza distinzione di razza o status sociale, finalizzata ai principi dell’integrazione, dell’antirazzismo e dello sport per tutti. L’iniziativa, finanziata da un progetto della Regione e promossa in collaborazione con l’Or.Sal., ha già ricevuto il sostegno dell’Ancona 1905, il cui responsabile del settore giovanile, Loris Servadio, fornirà tutte le indicazioni tecniche ed operative per l’allestimento della scuola calcio, che utilizzerà diverse strutture cittadine, tra cui il campo dei Salesiani.

CAM00520

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scuola calcio, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...