12^ giornata di ritorno

Venerdì 4 aprile 2014, ore 21:00
Campo federale Paolinelli
POL. GIAMPAOLI – KONLASSATA ANCONA 1 – 1
35′ S.T. Paoletti (G.) – 43′ S.T. Jawo (K)

POL. GIAMPAOLI: Iobbi, Panichella, Di Marco, Ulivi, Fioretti, Fantini, Boriani, Bernardini, Picciafuoco, Romagnoli, Paoletti. In panchina: Burattini, Perucci, Matteuzzi, Lorenzetti, Guerrini, D’Aprile.

KONLASSATA ANCONA 2001: Gjeko, Luchian, Coman, Ciarrocchi, Stoian, Omokaro, Salazar, Iannuccilli, Bucur, Gjini, Santiago. In panchina: Ciampi, Ndiaye, Urena, Palombi, Gjoni, Guimfack, Jawo. 

La nostra squadra si presenta a questa sfida al gran completo, rientra Ciarrocchi e alla fine gli fa posto Guimfack.

Veniamo da 4 vittorie consecutive, mai nessuno in questo campionato è riuscito a farne 5, ma noi sappiamo che dobbiamo solo vincere queste due ultime partite per accedere con sicurezza ai play off.
Già nel riscaldamento, tiratissime le faccie dei nostri giocatori, sotto il diluvio incessante per tutta la giornata, notiamo un gran fermento sugli spalti.

DSC_0638

Finalmente si va in campo, ma la partita non inizia subito, si spegne un riflettore, mentre il nostro pubblico inizia una partita a parte, grande tifo, torciade continue, rulli di tamburi. Finalmente con 15 minuti di ritardo il fischio di inizio. Di cronaca ce n’è davvero poca, soprattutto nel primo tempo, i nostri avversari ci temono e si vede, molto fallosi, soprattutto a palla lontana. Al 13′ un cross di Iannuccilli su punizione, arriva prima di tutti Santiago, solo davanti al portiere, ma lo stesso tocca il pallone con la mano, punizione contro e occasione svanita. A parte due incursioni in area al 25′ e al 30′ non registriamo molto, i nostri avversari nel primo tempo non impensieriscono affatto, la nostra difesa gioca bene, ma allo stesso tempo in avanti non graffiamo.

Nel secondo tempo il pubblico si supera ancora e diventano 45 minuti di vera bolgia, ve lo dice uno che se ne intende di tifo e di calore da stadio, beh questo spettacolo di oggi offerto da nostri tifosi è di gran lunga superiore a quello che si vede in categorie anche più alte, complimenti davvero. Al 25′ bella parata di Gjeko in angolo. Al 27′ tiro pericoloso di Bucur. Al 35′ punizione per la Giampaoli, un cross al centro alto, il nostro portiere prende il pallone con le mani ma gli sfugge e cade a terra, arriva il nr 11 Paoletti e mette dentro, un errore proprio del giocatore più continuo della squadra e proprio nel momento cruciale, sotto di un goal a 10 minuti dalla fine, ora la rimonta diventa difficile. Ma i nostri ragazzi di quest’anno sono incredibili e sorretti da un favoloso pubblico che continua a incitarci, Klady per un paio di volte si esibisce nei suoi allunghi, poi al 43′ Santiago mette in mezzo un pallone che va spinto solo in rete, arriva Jawo, tira, ma il portiere respinge, il pallone torna a Jawo, che finalmente gonfia la rete, 1 – 1. Adesso è vera bolgia, un tifo assordante spinge la nostra squadra in avanti, l’arbitro purtroppo dà soli 4 minuti di recupero, poco per quello che si è visto in campo. L’ultima occasione capita a Palombi, che entra in area, dalla panchina della Giampaoli esce un fischio che assomiglia a quello dell’arbitro e così il giocatore si ferma, incredibile, l’arbitro non ha fischiato, proteste contro questo gesto, ora le abbiamo viste tutte. Purtroppo arriva il triplice fischio, quello vero, dell’arbitro e la partita finisce e con essa pure le speranze di raggiungere i play off. I ragazzi vanno tutti sotto il settore, è come una festa, ma dopo negli spogliatoi le facce dei nostri atleti sono davvero buie, si tirano su l’uno con l’altro, abbracci al nostro portiere, scene che ci fanno capire quanto di buono abbiamo costruito, scene che ci fanno capire che siamo nella direzione giusta.

Sabato prossimo arriva il Ponterosso, già matematicamente nei play off, per chiudere alla grande un bel campionato.

PAGELLE

GJEKO – 5,5 –peccato aver rovinato una partita senza grossi affanni, con l’insicurezza che costa il goal alla squadra. Fino a quel momento, tanta sicurezza e determinazione. Avrà modo di rifarsi il nostro portierone.

ALIN – 6 –buona prova in fase difensiva, ma quasi assente in fase offensiva, sua grande caratteristica. Non si capisce se è il campo o se l’avversario che non gli permette di dare il suo consueto apporto in fase di costruzione.

RADU – 6 – meno sicuro che in altre circostanze, comunque guida con grinta la difesa, che non va mai in difficoltà contro le punte avversarie. Eccede a volte in lanci lunghi, ma evidentemente non pare la miglior serata per costruire palla a terra.

DANIEL – 5,5 –ritornato a destra, mette in mostra una partita di sostanza, tutta grinta e caparbietà. Mezzo punto in meno per la reazione verso l’avversario e mezzo punto in meno, perché comunque l’uomo che ha segnato era il suo.. e doveva andare lui a coprire la presa del portiere.

CIARROCCHI – 6,5 – rientra dopo tre partite e contro uno degli attaccanti più forti del girone non trema. Lotta come un leone e cerca di aiutare tutti i compagni fino al novantesimo. Una base su cui costruire il futuro.

SALAZAR – 7 – cuore di capitano! prova a dare la scossa alla squadra, si butta nel pressing e torna a lottare al limite della squadra. Sbaglia qualche appoggio di troppo e si concede qualche finezza che il campo non gli permette, ma incarna fino alla fine lo spirito di una squadra mai doma, né rassegnata al proprio destino.

ISRAEL – 6,5 – interpreta la partita a corrente alternata, a volte si accende, a volte si spegne, anche perché davanti a un centrocampo più fisico e per il fatto che il campo penalizza il palleggio, lotta comunque fino alla fine, anche se a conti fatti stavolta ha inciso poco.

IANNUCCILLI – 5,5 – non il migliore Iannuccilli del campionato, prova a fare qualcosa, si impegna, ma appare un po’ avulso dalla manovra e raramente fa una giocata delle sue. Prova a cucire, ma invece di tagliare, spesso rimane un appoggio per cross improbabili e anche su punizione poteva fare meglio.

BUCUR  – 5,5 – il bomber stavolta resta con le polveri bagnate. Raramente al centro delle azioni, poco coinvolto, si occupa molto di più in una sorta di duello con il marcatore diretto, che con le buone o con le cattive non lo fa rendere utile alla squadra, come invece lo è da sempre.

ERINDI – 5,5 – il campo non lo aiuta e forse anche un certo nervosismo non  gli permette di fare le sue giocate. Un po’ meglio nella ripresa, ma di lui si ricordano poche giocate. A volte si intestardisce in dribbling inutili e in cross dal fondo per la testa di nessuno.

SANTIAGO – 6 –daremmo 8 per la grinta e per la generosità, ma stasera la lampadina del genio peruviano raramente si accende, preso tra le manieri rudi e provocatorie dei difensori avversari. Mezzo punto in più per l’assist a Jawo sull’azione del pareggio.

KLADY – 7 –Il Maradona dei Carpazi entra e rende viva la partita, con le sue accelerazioni prova a spaccare la difesa avversaria e ogni volta che entra in possesso del pallone, sembra un pericolo per la squadra avversaria. Scompare un po’ dopo il goal del vantaggio della Giampaoli, perché arretrano il baricentro e lui ha disposizione meno spazi.

PALOMBI –  6 – uno scampolo di partita per dare più qualità al centrocampo. Nei sui piedi l’ultima palla, che un fischio … (dalla panchina ospite??) vanifica … incredibilmente.

JAWO – 6,5 – entra e si piazza a destra, non è che combini molto, anzi, pare spaesato e sempre qualche metro o più avanti o più indietro, ma si fa trovare nel posto giusto al momento giusto sul crosso di Antonio, segnando il goal, che almeno evita la sconfitta.

ARNOLD – sv – un piccolo scampolo di partita, ma tanta fiducia, per un giocatore che si farà e darà il suo enorme contributo all’Assata.

PUBBLICO – 9 – non ci sono aggettivi per qualificare chi nonostante il tempo, la pioggia e le avversità ha sostenuto la squadra fino alla fine, sognando una rimonta che comunque sarebbe stata un’impresa. Con la voce, con il cuore, con i colori e con la musica, una tifoseria che sicuramente merita altri palcoscenici.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...