2^ giornata di campionato (andata)

27/09/2014 campo sportivo Camerano “D. Montenovo”
VIGOR CAMERANO – KONLASSATA ANCONA      0-1
(Ciarrocchi 90′)

IMG_20140927_172849

    IMG_20140927_172921

VIGOR CAMERANO: Campagna, Pranzoni, Pace, Giampaoletti, Speranza, Spegni, Libardi, Lussi, Camisa, Braconi, Frontini. In panchina: Surrico, Saraceni, Brugiavini, Bottaluscio, Gavrila, Baldinelli, Barbera.

KONLASSATA ANCONA: Fajedek, Coman D., Stoian, Anaya, Ciarrocchi, Omokaro, Palombi, Salazar, Bucur, Coman M., Santiago (C). In panchina: Zappalà, Luchian, Urena, Rumori, Lopez, Pugnaloni, Gjoni. Mister: Luigi Ventrella. 

Arriviamo al campo sportivo di Camerano mentre giocano due squadre di 1^ cat., la squadra di casa vince 2-0, mancano davvero pochi  minuti alla fine, un giocatore ospite reagisce male a un fallo e scoppia una rissa, è tutti contro tutti, con l’arbitro che non sa più dove e cosa guardare… dopo diversi minuti di delirio, con la dimostrazione del calcio che non ci piace, la partita volge al termine e noi siamo già proiettati alla nostra.

PRIMO TEMPO (0-0) Ancora assenti Gjini, Arbi, Wojetec, Mustafa, Donald e il secondo portiere, tutti per diversi motivi. Al 5′ cross pericolo per i padroni di casa, non colpisce di testa per poco. Al 6′ tiro di Santiago deviato, para facile il portiere. All’8′ azione di Salazar per Santiago, cross al centro e ribattuta, arriva Coman D., alto. Al 10′ Palombi tira fuori un calcio di punizione. Al 22′ Omokaro, un bel lancio per Coman M., che controlla con un fallo di mano. Al 25′ Santiago entra in area cross per Coman M., che commette fallo sul difensore. Al 27′ Santiago per Bucur, azione pericolosa, entra in area Santiago, il nostro capitano, ma ferma un’azione, perché c’è un avversario a terra dolorande, grande gesto di Antonio, grande fair play e applausi per lui. Al 30′ cross pericoloso di Santiago, non ci arriva nessuno. Al 32′ Salazar entra in area, preferisce passare la palla con il tacco, niente di fatto. Al 33′ e al 34′ prima un calcio d’angolo per il Camerano, poi una punizione alta sopra la traversa. Al 35′ bella azione dell’Assata, Salazar per Coman M., fuori. Al 36′ punizione per i padroni di casa, arriva la palla al nr 7 Libardi, che ci grazia e spara fuori da ottima posizione. Al 41′ Coman M. si mangia un goal fatto, colpisce male un pallone solo davanti alla porta, restituendo il favore, con gli interessi, alla squadra locale.

IMG_20140927_182414

SECONDO TEMPO Partiamo bene, al 2′ bella azione, Bucur centrale per Palombi, velo per Coman M. per poco in ritardo. Al 3′ punizione fischiata per un fallo di Omokaro, il tiro è parato da Fajdek, oggi sicuro per tutti i 90 minuti. Al 4′ contropiede per gli ospiti, Santiago al centro, messo in angolo da un difensore. Al 6′ niente di fatto da un angolo per il Camerano. Al 10′ tiro di Santiago, finisce alta sopra la traversa la punizione calciata dal nostro capitano. Entra Gjoni per Coman M. Al 20′ contropiede proprio del nostro piccolo attaccante albanese che finisce in fuorigioco. Al 25′ angolo del Camerano, tiro a colpo sicuro, ma Salazar si sostituisce a Pawel e respinge sulla linea, la palla arriva all’attaccante che spara sulla traversa, incredibile occasione per i padroni di casa. Al 30′ esce Salazar, entra Pugnaloni. Al 32′ parata di Pawel. Al 39′ bella palla per Santiago, che invece di tirare serve Bucur, che da posizione defilata manda sull’esterno della rete. Al 42′ angolo Camerano. Al 90′ Gjoni guadagna una punizione dalla distanza, va Ciarrocchi sulla palla e spara un missile, il portiere tocca, ma non trattiene e la palla va in rete, 0-1 GOOOOOOOOOOALLLLLLLLL. Ciarro corre sotto il nostro settore, festante tutta la squadra lo raggiunge e anche tutta la panchina, per fortuna l’arbitro ci grazia, a proposito davvero un ottimo arbitro, complimenti, non facile da trovare in questa serie. 4 o 5 minuti di recupero, fino alla fine forza l’Assata! Alla fine tutti i giocatori festanti sotto il settore, ritardiamo qualche minuto ad arrivare negli spogliatoi, si sentono le urla di gioia, i ragazzi festeggiano, arrivano le birre da tutte le parti dai supporters del Huancayo e dai consueti tifosi…

Abbiamo vinto una partita importante contro una bella squadra, retrocessa l’anno scorso dalla 2^ categoria.

Pagelle

Pawell – 7 – si riscatta alla grande il portiere dell’Assata con una partita di grande concentrazione e sicurezza. Non è chiamato a parate straordinarie, forse una nel secondo tempo, ma finalmente è sicuro nell’ordinaria amministrazione, dando quadratura a tutto il reparto difensivo.

Coman D. – 7 – lo dicevamo, che dà il meglio da terzino. Primo tempo puntuale e preciso nelle chiusure e negli appoggi, deve migliorare nelle diagonali e nelle rimesse laterali. Si innervosisce un po’ troppo nel secondo tempo, forse un calo fisico e viene giustamente sostituito.

Alin – 7 – Solito motorino prezioso. Il “soldatino” inizia come al solito a mille all’ora, creando non pochi problemi alla retroguardia del Camerano, costringendo l’allenatore avversario a invertire le ali, a questo punto intuisce che è meglio rimanere in guardia e svolge il suo compito senza mai andare in affanno. Spostato ad ala, prova a cambiare di nuovo marcia, ma la stanchezza comincia a farsi sentire.. ma da una sua percussione nasce la punizione della vittoria.

Carlos – 6,5 – ancora una conferma per il ragazzino dell’Assata. Parte in realtà con il freno a mano un po’ tirato, pare un po’ timido e indeciso su alcuni interventi, ma poi ricresce alla distanza e nel secondo tempo quando la squadra soffre di più, lui comunque non si perde e difende la propria porta con tutti i mezzi.

Ciarrocchi – 8 – prova maiuscola al rientro per il forte difensore dell’Assata. Inizia centrale difensivo, come gran parte della ripresa e il suo avversario diretto non riesce a vedere palla nemmeno in fotografia, quando negli ultimi minuti passa a destra, prova a spingere, perché vuole portare a casa i tre punti. E alla fine, calibra il destro su punizione che porta alla sua squadra i tre punti meritati e il primo posto in classifica anche se solo alla seconda giornata di campionato. Un campione.

Omokaro – 6,5 – il forte centrale nigeriano, ancora una volta tiene bene la posizione e con il suo fisico e la sua tecnica dà molta sostanza al centrocampo dell’Assata, ma nella sua partita pesa un mancato assist, nel primo tempo, quando dopo una sua solita serpentina cerca gloria personale, piuttosto che passare la palla a Bucur, molto meglio appostato e una decina di minuti nel secondo tempo in cui pare uscire dal gioco,e quasi con supponenza, cammina a centrocampo, per poi riprendersi alla grande come al solito.

Palombi – 6,5 – Un lottatore e un faro per la squadra. Copre e riparte, dà appoggi e rilancia al momento giusto, prende anche l’ammonizione per non subire una brutta ripartenza. In crescita, con un po’ più di coraggio avrebbe anche al palla dell’uno a zero, ma prima tira “fiacco”, poi fa un velo che Mihai non sfrutta.

Salazar – 7,5 – prova di grande generosità, tampo e battaglia a centrocampo e soprattutto il primo tempo non disdegna sortite offensive, va in affanno un pochino nella ripresa, ma la sua prova è impreziosita dalla respinta sulla linea a portiere battuto che salva l’Assata. Un intervento che vale un goal.

Bucur – 6 – il suo apporto è costante e importante, ma è troppo nervoso e questo gli appanna alcuni movimenti e alcune scelte. Se riacquisterà un po’ di serenità, ritornerà ad essere anche più incisivo sotto porta.

Santiago – 6,5 – il solito leone, il capitano, un primo tempo ispirato, un secondo tempo un po’ in affanno, in una circostanza dovrebbe avere più coraggio e provare il tiro piuttosto che allargare verso Bucur. Ma è il simbolo di questa Assata, che lotta e non molla mai.

Coman M. – 6 – lotta per tutto il primo tempo, nonostante un leggero stato influenzale ne limitasse il rendimento. Per due volte ha la palla del goal e non riesce a inquadrare la porta, mezzo voto in meno per il goal mangiato a botta sicura con la porta completamente spalancata sul calar del primo tempo.

Klady – 6 – Entra all’alba del secondo tempo, ma non riesce a essere innescato. Forse anche perché debilitato dall’influenza della settimana. Lotta e si impegna su tutti i palloni, ma il Maradona dei Carpazi non riesce mai a rendersi veramente pericoloso.

Pugnaloni – 6 – Entra a venticinque minuti dalla fine e svolge con molta diligenza il suo compito sull’out di sinistra, rischiando pochissimo e rispettando le consegne.

Radu – 6 – entra per spostare Ciarrocchi sulla destra, in un momento in cui la difesa sta soffrendo e prende subito le redini della situazione, dirigendola verso un finale di tensione con mano salda. La sua grinta e la sua esperienza saranno indispensabili, per impermeabilizzare la difesa dell’Assata.

Arnold – Sv – entra nella ripresa per far rifiatare uno stremato Palombi. Soffre l’infortunio alla coscia, ma prova a dare un buon contributo di forza e determinazione.

Rudi – sv – cambio tattico per perdere tempo e spegnere i bollori avversari.

Risultati, calendario e classifica

Prossimo appuntamento:

volantinoPartita

Evento Facebook

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...