4^ di campionato (andata)

Venerdì 10/10/2014 campo sportivo Santilli, Osimo, ore 21
OSIMO FIVE -KONLASSATA ANCONA  2-3
(Santiago 16′ e 36′ PT, Gjini 43′ ST)

OSIMO FIVE: Manzella, Mazzieri, Ulisse, Santucci, Guazzaroni, Persiani, Scarponi, Muca, Bajrami, Fabrizi, Cela. In panchina: Fiorani, Kapxhiu, Marseglia, Baiocchi, Bellucci, Guerrini, Tuzzi.

KONLASSATA ANCONA: Fajedek, Luchian, Stoian, Pugnaloni, Ciarrocchi, Omokaro, Palombi, Urena, Bucur, Gjini, Santiago (C). In panchina: Anaya, Guimfack, Rumori, Coman M., Lopez, Gjoni. Mister: Luigi Ventrella. 

IMG_20141010_210112PRIMO TEMPO (2-2) Anche questa volta il mister prepara molto bene la partita, ricordando la sfida dell’anno scorso ha messo in guardia la squadra, sarebbe stata una partita dura e così è stato, i padroni di casa aggressivi su ogni palla, si è visto tanto tanto agonismo. Al 1′ subito Assata, tiro di Gjini dentro l’area, para il portiere sulla ribattuta, arriva Urena, che spedisce fuori. All’8′ tiro dei padroni di casa, ribattuto dalla difesa. Al 10′ ammonito il capitano dell’Osimo five, poi punizione battuta male. Al 13′ bella azione in velocità degli ospiti, che si perde in un nulla di fatto. Al 14′ su fallo laterale i padroni di casa sono vicini al goa. Al 16′ punizione per gli ospiti, Santiago sulla palla, trova l’angolino alla sinistra del portiere, è il goal dello 0-1. Al 20′ l’occasione sfumata per il raddoppio, con Gjini in contropiede. Partita combattuta, cattiva a tratti, tanto agonismo in campo, i padroni di casa non ci stanno a perdere. Al 25′ tiro di Ciarrocchi, alto. Al 28′ arriva il pareggio dell’Osimo five, per una distrazione della difesa, 1-1. Al 34′ su calcio d’angolo devia per ultimo Stoian e i padroni di casa vanno in vantaggio, 2-1. Al 36′ angolo per l’Assata, arriva Santiago di testa, la palla colpisce la parte interna della traversa e va in goal, 2-2. Al 39′ tiro dei padroni di casa, fuori. Al 46′ bella parata del nostro portiere. Si va sotto la doccia, negli spogliatoi c’è la consapevolezza che ce la possiamo fare, sappiamo che non dobbiamo cadere nelle provocazioni, ma giocare palla al piede e far prevalere la nostra tecnica.

SECONDO TEMPO (2-3) Al 2′ tiro di Gjini, parato dal portiere facilmente. Al 4′ esce Pugnaloni ed entra Guimfack. Al 16′ contropiede dell’Assata, pericoloso il tiro di Bucur, ma non entra. Al 18′ esce Palombi, leggermente infortunato ed entra Gjoni. Al 20′ registriamo una parata di Pawel. Al 24′ bella azione dell’Assata, ma il tiro di Gjini va fuori. Al 25′ punizione insidiosa di Luchian all’incrocio dei pali, vola il portiere che para. Al 27′ altra bella azione per gli ospiti che arrivano in area, ma non finalizzano. Al 28′ dopo un netto fallo sul nostro portiere, la palla entra in rete, ma l’arbitro aveva già fischiato. Al 30′ grande passaggio filtrante di Omokaro, ma fischiato un fuorigioco pericoloso e dubbio a Gjoni. Al 33′ ancora una grande occasione, scatta Gjoni, questa volta in posizione regolare, si allunga troppo il pallone solo davanti al portiere. Al 43′ fallo su Coman M., entrato per l’infortunio a Gjoni, l’arbitro non fischia, Gjini non si ferma, corre in area, prende il pallone, scarta il proprio difensore e di destro mette in rete, GOOOOAAALLLLLLLL, 2-3, grande esultanza in campo, in panchina e sugli spalti. Al 44′ colpo di testa per i padroni di casa, fuori. 4 minuti di recupero, entrano anche Rumori e Lopez. Al 92′ Coman M. se ne sta andando a rete, netto il fallo da ultimo uomo, espulso il giocatore dell’Osimo Five. Un altro minuto di recupero e al 95′ il fischio liberatorio, tutti sotto il settore, ancora una volta un grande pubblico, in piena sinergia con i nostri ragazzi. Siamo ancora in campo con il mister a raccogliere le ultime di cose e si sente un boato FINO ALLA FINE FORZA L’ASSATA, da fare invidia anche al nostro pubblico.

Di fuori siamo in tanti, birra e patatine per un terzo tempo improvvisato, veniamo a conoscenza che i Portuali hanno perso ed è un altro boato… dopo 4 giornate siamo primi da soli, mai successo in questi 4 anni!

Rimanendo con la testa sulle spalle, ci godiamo giustamente il momento, ma da martedì si torna a sudare e lavorare sodo..

GRAZIE RAGAZZI!

Calendario, risultati, classifica

PAGELLE

Pawell – 6 – incerto su alcune uscite, non appare del tutto esente di colpe sui goal subiti. Ha però il merito di salvare il risultato sul 2–2 al calar del primo tempo. Il secondo tempo lo assiste quasi da spettatore non pagante, anche se sul finire fa correre ancora qualche brivido sulla schiena, con qualche uscita non proprio decisa.

Pugnaloni – 6,5 – di fino o di ramazza si fa trovare pronto all’appello e in un paio di spunti sono provvidenziali alcuni suoi anticipi. Regge bene l’urto della partita, anche se sul finire del primo tempo in un paio di circostanze sembra in affanno. Sostituito all’alba del secondo tempo, ma bene così.

Ciarrocchi – 7,5 – Altra partita tutta grinta e classe per il fortissimo centrale dell’Assata. Soffre i centimetri dell’avversario nel primo tempo, ma con esperienza riesce a limitarne l’efficacia. Nella ripresa disinnesca uno dei più forti attaccanti della categoria, con una semplicità disarmante. Sontuosa una sua uscita dalla difesa, a testa alta con tanto di lancio smarcante, dopo uno slalom tra gli avversari.

Luchian – 6,5 – determinato e grintoso come nelle migliori occasioni, dopo un primo tempo un po’ arruffone, nel secondo tempo si erige da baluardo insuperabile e per poco su splendido calcio di punizione il “pit bull” biancorosso non va anche in goal! Può ancora migliorare, ma la strada è quella giusta.

Alin – 6,5 – non è il solito “soldatino” devastante, pare debilitato da una febbre fastidiosa, ma fa il suo compito con diligenza e con quella grinta di cui è dotato. Sfortunato in occasione dell’autogoal, prova a rifarsi, ma stavolta le sue scorribande sono meno efficaci.

Omokaro – 7 – ancora una volta partita dai due volti per il forte nigeriano. Nel primo tempo soffre l’aggressività degli avversari e un gioco che tende troppo a scavalcare il centrocampo. Poi nel secondo tempo quando la squadra comincia giocare palla a terra e gli avversari hanno un calo naturale, lui diventa padrone assoluto del centrocampo e recupera trasformando in oro palloni su palloni. Potrebbe anche segnare, ma arriva scoordinato sul pallone invitante.

Palombi – 7 – Primo tempo da leone, pressa alto e va a recuperare palloni davanti alla difesa. Non riesce a spazzare bene sul primo goal dell’Osimo, ma ha il merito in un primo tempo di lancioni, di essere l’unico a stoppare la palla e provare a giocare palla a terra. Limitato nel secondo tempo da un infortunio che lo tormenta, dà tutto fino a che è in campo e poi stremato viene giustamente sostituito. Fondamentale.

Urena – 7 – bella prova per il giovane centrocampista dell’Assata parte un po’ timido anche perché gli avversari sono decisi e scorbutici, ma poi sale nell’arco della partita e accetta la battaglia impreziosita dalla sua tecnica indiscussa. Ha ancora notevoli margini di miglioramento, ma se continua così potrà diventare l’arma in più di questa Assata.

Bucur – 7 – Ci piace questo Bucur, non avrà lo spunto dello scorso anno negli ultimi 20 metri, ma si mette a disposizione della squadra e lotta su ogni pallone, coprendo e ripartendo, inserendosi e limitando gli avversari. Primo tempo da ala, secondo tempo da interno di centrocampo a tre, la sua utilità è un’arma straordinaria.

Santiago – 8 – MVP della partita, non solo per la doppietta. Il capitano lotta su ogni pallone e inventa giocate su giocate, condite da cambi di gioco, tiri e coperture. Lui incarna lo spirito di questa Assata, mai domo, mai scoraggiato, incita tutti e ci crede fino alla fine. Meritato l’applauso con il quale nel recupero lascia il posto a Rumori, prendendosi la “standing ovation” che si addice ai grandi giocatori.

Erindi – 7,5 – bentornato bomber! Dopo tre settimane il “trottolino” dell’Assata è tornato e ha messo il sigillo su una vittoria tanto fondamentale quanto meritata. Una spina nel fianco della difesa avversaria, lotta e gioca per la squadra. Avrebbe potuto mettere il sigillo già nel primo tempo, ma ha aspettato il calar della partita per il colpo da K.O., rendendo tutto molto più piccante.

Donald – 6 – all’esordio, alterna momenti positivi a distrazioni pericolose. Le sue doti fisiche lo salvano da alcuni errori, che con il recupero della condizione sicuramente miglioreranno. Mezzo voto in meno per gli errori sui falli laterali.

Klady – 7 – Inizio di campionato sfortunato per il “Maradona dei Carpazi”. Entra all’alba della ripresa e mette a ferro e fuoco la difesa avversaria con la sua velocità. Ha la palla buona, ma un controllo sbagliato gli fa schizzare la palla troppo avanti quando tra lui e il goal c’era soltanto rimasto il portiere. Raggiunge l’apice della sfortuna quando lanciato a rete, subisce l’intervento del portiere avversario sulla palla, ma che lo colpisce sulla caviglia con la gamba di richiamo, procurandogli un infortunio grave che lo terrà lontano dai campi di gioco per qualche tempo. In bocca al lupo “Maradona dei Carpazi”, torna presto ti aspettiamo!!

Coman M. – 7 – entra a dieci minuti dalla fine, ma si cala subito nella partita, entra in campo e prova di testa, aiuta la squadra e partecipa “seppur involontariamente” all’azione del goal del 3 a 2, infine crede nell’errore dell’avversario, gli ruba palla e costringe lo stesso all’espulsione rendendo gli ultimi minuti meno pericolosi.

Rumori – sv – manciata di minuti per aiutare i compagni a portare a casa la vittoria.

Lopez – sv – sostituzione per guadagnare secondi fondamentali.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...