11^ giornata di campionato (andata)

b28/11/2014 campo sportivo di Camerano, ore 21
VARANO A.S.D.  – KONLASSATA ANCONA      3 -1
(Gjoni 38′ ST)

IMG_20141128_210317KONLASSATA ANCONA: Gjeko, Abram, Stoian, Anaya, Salazar, Palombi, Coman M., Urena, Bucur, Gjini, Santiago (C). In panchina: Iacoviello, Lopez, Aboushahin, Luchian, Gjoni, Ciarrocchi, Ziolek. Mister Luigi Ventrella.

Veniamo da 3 sconfitte consecutive, due di campionato e una di coppa, vogliamo assolutamente vincere questa partita. Nonostante due assenze importantissime, come quella di Ciarrocchi e Omokaro, negli occhi dei ragazzi c’è una grande consapevolezza e voglia di far bene. Siamo carichi, entriamo in campo accolti dai nostri tifosi oggi superlativi e l’entrata in campo è colorata dalle tante torce e dal coro La gente come noi non molla mai.  IMG_1093 IMG_1095

PRIMO TEMPO (0-0) Dopo un po’ di equilibro e gioco grintoso, mentre sembra dal tifo incessante di stare in qualche categoria molto più alta, al 12′ su punizione il Varano colpisce la traversa. Al 16′ Santiago per Coman M., tira bene, ribattuto in angolo. Al 25′ nulla di fatto per un angolo battuto dal Varano. Al 28′ calcio d’angolo per gli ospiti, va al tiro Gjini, ribattuto. Al 30′ Varano pericoloso da azione d’angolo, bel tiro parato bene dal nostro portiere Gjeko, al rientro dopo 5 mesi di inattività. Al 33′ Assata per ben tre volte vicino al goal nella stessa azione, i tiri vengono rimpallati. Al 36′ bel tiro di Stoian, davvero fuori di poco. Al 38′ tiro centrale di Urena. Al 40′ pericoloso tiro di Abram J., deviato in angolo, dal corner ancora Abram, questa volta sul fondo. Al 43′ tiro di Coman M., alto sopra la traversa. Si va al riposo sullo 0-0

SECONDO TEMPO (3-1) al 1′ ci rendiamo subito pericolosi in area. Al 5′ angolo per il Varano, niente di fatto. Al 7′ altro calcio d’angolo per i padroni di casa, arriva Abate che con esperienza segna di testa, 1-0. Al 20′ punizione di Santiago, alta sopra la traversa. Al 21′ battiamo un angolo abbastanza pericoloso in area. Al 23′ altra punizione alta dal limite ancora Santiago. Al 28′ arriva il goal del 2-0, il solito Abate. Al 30′ tiro di Gjini, fuori. Al 37′ tiro di Stoian, fuori. Al 38′ bella azione, Santiago per Gjoni, che fa un bel goal, 2-1.

IMG_1101

Ci proviamo, siamo carichi, grazie anche alla spinta che giunge dagli spalti. Al 43′ su un errore della difesa arriva palla al solito Abate, che segna il terzo goal e chiude praticamente la partita.

Peccato davvero, non riusciamo a sbloccarci da questo periodo nero, che putroppo si allunga. La nota positiva è che ieri si è visto un grande gruppo, negli occhi dei ragazzi c’era sì tanta tristezza per la sconfitta, ma allo stesso tempo vi si leggeva una grande grinta e determinazione nel voler ribaltare la situazione.

Forza ragazzi, riportiamo la mente all’entrata in campo… LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!!!

Risultati, classifica, calendario

PAGELLE

Djeko – 6 – il portierone al rientro, già dà sicurezza a tutto il reparto. Non compie parate straordinarie, ma è sempre pronto nelle uscite e cerca di dirigere al meglio la difesa. Incolpevole sui goal subiti.

Abram –6,5 – partita tutta grinta e sostanza per il terzino dell’Assata, che sta crescendo in intensità e agonismo settimana dopo settimana. Va anche alla conclusione due volte, la prima viene murato, la seconda è tutta da dimenticare.

Stoian – 6,5 – il soldatino dell’Assata sforna un’altra prestazione maiuscola, combatte, copre, corre, si sovrappone e va anche al tiro. Piccole incertezze in fase difensiva rendono la sua partita meno brillante, deve riuscire a frenare soprattutto la sua irruenza sugli avversari, che costa alla squadra punizioni pericolose e a lui ammonizioni inutili.

Salazar – 5,5 – ritorna in difesa e non fa una brutta prestazione, anzi soprattutto il primo tempo sembra sempre pronto e puntuale sulle chiusure. Poi nella ripresa cala e si fa trovare spesso fuori posizione, un po’ per stanchezza, un po’ per nervosismo. Soprattutto in svantaggio, mantenere coperture e consegne diventa fondamentale.

Anaya – 5 – peccato per l’errore sul secondo goal, che rende insufficiente una partita altrimenti interessante. Primo tempo con pochi errori e sbavature, fa seguito un secondo tempo molto incerto, culminato nell’errore che ha regalato il goal del due a zero.

Urena – 5 – partita sottotono per il centrocampista peruviano. Contrasta poco e riparte con troppa lentezza. Cresce un po’ nella parte finale del primo tempo, ma è solo un fuoco di paglia. Poco concentrato appare disorientato. Imperdonabile il modo in cui si fa sorprendere sul calcio d’angolo dell’uno a zero.

Bucur – 5 – che succede a Bucur? E’ il lontano parente del giocatore apprezzato e ammirato lo scorso anno. Non riesce a trovare la posizione, pare nervoso e spaesato. Vede poco la porta, non prova mai gli inserimenti, aspettando la palla nei piedi. L’Assata ha bisogno del suo trascinatore.

Palombi – 5 – lotta come un leone a centrocampo, ma è impreciso in fase di appoggio e di rilancio. E alla fine, commette l’errore che chiude definitivamente la partita. Perché ha lasciato a Urena la marcatura di Abate sul calcio d’angolo che ha cambiato la partita????

Santiago – 5,5 – parte bene con un primo tempo concentrato e pimpante, poi scompare nella ripresa, dove l’unico acuto importante è per l’assist del goal dell’illusione. Lo strano per il capitano è che pare svuotato, spesso manca anche la sua proverbiale grinta, la forza trascinante per sé e per la squadra.

Gjini – 5 –altro non pervenuto sul fronte Assata. Il folletto dell’Assata appare sempre più triste e involuto. Chiede la palla sui piedi, ma poi si incarta in dribbling e finte che hanno lo scopo solo di rallentare l’azione dell’Assata. Dovrebbe attaccare più gli spazi, invece rimane fermo nella sua posizione e non mette mai in difficoltà la retroguardia avversaria. Terribile sull’uno a zero il tiraccio tra due avversari, quando era semplice il passaggio a Coman solo in posizione più favorevole.

Coman M. – 5,5 – primo tempo di fatica e lotta, ma per un attaccante a cui capitano tre palle goal sul piede, non è possibile non arrivare a sporcare i guantoni del portiere avversario. Gli manca la giusta cattiveria agonistica, meno chiacchere e più sostanza.

Gjoni – 7 – entra e dà come al solito una scossa alla partita. Accellera e prova a dialogare con i compagni, che invece appaiano quasi rassegnati. Stavolta sfrutta alla grande anche l’occasione che riapre la partita. Un po’ confusionario, ma ci mette tutto quello che ha.

Ziolek – 6 – non un grandissimo impatto. Cercato poco e male dai compagni, non riesce a mettersi in evidenza come vorrebbe e potrebbe. Entra con merito però sull’azione che permette all’Assata di accorciare le distanze.

Lopez – sv – pochi minuti con un dubbio, ma dove era sull’azione del 3 a 1???

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...