12^ giornata di campionato (andata)

6/12/2014 campo don Orione di Candia
KONLASSATA ANCONA – LAURETUM   0 – 0

IMG_20141206_165952KONLASSATA ANCONA: Gjeko, Lopez, Ciarrocchi, Anaya, Salazar, Omokaro, Gjoni, Palombi, Bucur, Ziolek, Santiago. In panchina: SP, Coman D., Luchian, Rumori, Coman M., Gjini. Mister Luigi Ventrella.

LAURETUM: Maringolo, Leandrini, Maresca, Boccanera, De Pasquale, Cecchini, Gicacchini, Marini, Flamino, Ramazzotti, Tarducci. In panchina: Pigini, Rombini, Di Carlo, Anconetani, Dottori.

“Non aver paura di tirare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un calciatore, un calciatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo, dalla fantasia”… Questa volta vi raccontiamo questa partita dalla fine, da una fotografia che rimarrà scolpita nelle nostri menti e nei nostri cuori, siamo al terzo tempo, dopo la partita, dopo la doccia, dopo quel 93° minuto in cui Santiago guadagna un calcio di rigore quanto netto tanto meritato, in cui gli spalti cantano “Ciarro, Ciarrocchi, segna per noi”, quel minuto in cui va al dischetto Ciarrocchi, appena rientrato dopo un infortunio, il nostro centrale che non ha mai sbagliato un rigore nei 4 anni di gioco con l’Assata. Va al dischetto sicuro, un po’ stanco, ma determinato, tira, ma il portiere para e sfuma così la grande possibilità di una sacrosanta vittoria. Dicevamo, siamo al terzo tempo e tra una birra e un’altra, il nostro grande Ciarro non trattiene le lacrime e parte spontaneo allora il coro dei compagni, i quali lo avevano già abbondantemente coccolato, “segna per noi, Ciarro, Ciarrocchi!” 

PRIMO TEMPO (0-0) al 1′ tiro in porta da lontano di Santiago, para il portiere. Al 13′ bella azione, Gjoni al centro per Ziolek, sbaglia il tiro, fuori. Al 18′ Gjoni entra in area, anticipato di poco prima del tiro. Al 20′ angolo per i padroni di casa, niente di fatto. Al 24′ va fuori una punizione degli ospiti. Al 29′ ancora Gjoni al centro per Ziolek, anticipato di poco. Al 30′ tiro del forte attaccante albanese, deviato in angolo. Al 37′ cross al centro, tiro di Omokaro, piano.

SECONDO TEMPO (0-0) subito Assata. Al 5′ deviato un tiro di Santiago. Al 9′ bell’intervento del nostro portiere. Al 12′ tiro degli ospiti, alto. Dal 20′ in poi l’Assata spinge l’accelleratore, al 22′ è pericolosa su calcio d’angolo. Al 28′ bella azione, cross di Bucur, arriva Gjoni e colpisce il palo, davvero sfortunati, ma non è finita. Al 33′ tiro di Omokaro, al 41′ Gjini per Coman Mihai, che si libera bene, sfodera un gran tiro che sta per terminare in fondo al sacco, ma il portiere ci arriva con le punte delle dita. Al 42′ finisce fuori un bel tiro di Bucur. Al 90′ l’arbitro dà 3 minuti di recupero. Al 92′ contropiede, la palla arriva a Santiago, stretto da tre avversari è velocissimo, li brucia, entra in area e da dietro viene atteratto, rigore netto ed espulsione. Al 93′ Ciarrocchi va dal dischetto, e il resto lo conoscete.

Non troviamo i 3  punti che ci avrebbero proiettato al 3° posto in classifica, ma abbiamo ritrovato un grande gruppo e una grande squadra. E l’affetto dimostrato a Ciarro dai suoi compagni, forse, anzi sicuramente, vale molto di più dei tre punti di oggi, ché quelli arriveranno poi di sicuro, speriamo a cominciare dall’ultima trasferta e ultima partita dell’anno, in un campo difficile, sabato prossimo a Numana.

Risultati, classifica, calendario

PAGELLE

Gjeko – 7 – la sua presenza dà più serenità a tutto il reparto difensivo. Inoperoso per tutto il primo tempo, viene chiamato in causa un paio di volte nella ripresa, ma nel complesso passa un pomeriggio tranquillo.

Anaya – 7 – bella partita da terzino per il giovane dell’Assata. In fase difensiva è attento e preciso, in fase offensiva dà appoggi sicuri, mentre appare un po’ pasticcione quando deve scodellare le palle al centro dell’area.

Rudy – 7 – all’esordio dal primo minuto, si fa trovare pronto e sforna una bella prestazione sia tattica che di temperamento. Aiutato dai compagni, tiene sempre bene la posizione e non si fa intimorire sui corpo a corpo con gli avversari.

Ciarrocchi – 7 – Al rientro dopo l’infortunio, sforna una prestazione maiuscola, sia come difensore che come anima dell’Assata. Si prende la responsabilità del rigore al novantesimo… peccato l’errore, ma solo chi ha la stoffa del campione si presenta senza timore dal dischetto in un momento decisivo. L’errore gli costa un punto in meno in pagella.. ma tanta stima in più da parte di tutti.

Omokaro – 7,5 – difesa o centrocampo fa poca differenza. Nel primo tempo in coppia con Ciarrocchi è un muro invalicabile, nella ripresa davanti alla difesa, inventa e predica gioco fino al novantesimo. Qualche leggerezza in fase conclusiva, a volte cerca gloria personale, quando invece avrebbe dovuto giocare di squadra, ma da uno come lui, qualche eccesso si può perdonare.

Salazar – 7 – lotta con generosità su ogni pallone. Il primo tempo a centrocampo pressa e contrasta ogni avversario, cercando anche di dare assistenza all’attacco. Nel secondo tempo, scende in difesa, soffre un pochino, ma è sempre puntuale concentrato e prezioso nel lavoro di copertura e rilancio.

Palombi – 6 – lotta e contrasta a centrocampo, ma è poco preciso negli appoggi e spesso va in affanno, forse per la stanchezza dovuta alle tante partite giocate in tempi ravvicinati nell’ultimo periodo. Non commette gravi errori ed è comunque prezioso, ma soprattutto nel primo tempo serviva un po’ più di lucidità negli appoggi.

Bucur – 6,5 – partita di grande generosità e di grande intensità, impreziosita da giocate di pregevole fattura, come l’assist per Gjoni nell’azione più bella della giornata. Sta tornando il vero Edy, questa squadra ne ha bisogno.

Santiago – 7 – non una partita straordinaria per il capitano, ma sicuro non sono mancati grinta, impegno e la volontà di crederci fino in fondo. Al novantesimo, su quel pallone si fionda come se fosse il primo minuto, anticipa tutti e davanti al portiere solo un fallo lo poteva fermare, portando il rigore, che avrebbe potuto dare i tre punti all’Assata.

Gjoni – 7 – lotta su tutti i palloni, con la volontà e la grinta di un leone. Ancora una volta eccede in alcune giocate fini a se stesse, ma sicuramente prova di più il dialogo con i compagni, almeno fino a che la condizione fisica lo assiste. Clamoroso il palo di testa, l’azione più bella della partita.

Woitec – 5 – non servito bene dai compagni, non riesce a dare una mano importante, appare ancora lento e macchinoso, lontano dalla miglior forma fisica. Ha una bella occasione all’inizio della partita, ma sbaglia il tiro, con una conclusione affrettata e sbilenca, poi si sbatte con volontà ma poca lucidità, e commette errori da dilettanti che non ci si aspetta da uno come lui. E’ alle prime partite, ci sarà tempo per rimediare.

Coman M. – 6,5 – entra e si sbatte con grande voglia e grande intensità. In termini di occasioni non se ne contano molte, ma sicuramente rende molto più imprevedibile, dinamico e pericoloso l’attacco dell’Assata.

Rumori – 6,5 – Entra nell’ultima mezz’ora e si mette in evidenza per alcune giocate interessanti. Un po’ lento e macchinoso, riesce comunque a essere utile e mette a disposizione della squadra la sua grinta e la sua voglia.

Gjini – sv – una manciata di minuti per far rifiatare Gjoni e dare un po’ di imprevedibilità all’attacco negli ultimi minuti.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...