16^ giornata di campionato (3^ di ritorno)

31/1/2015, campo sportivo Ponterosso
PONTEROSSO CALCIO – KONLASSATA ANCONA  2 -1
(30′ ST Ziolek)

PONTEROSSO CALCIO: Anderucci, Trillini, Marconi, Lazzarini, Silvestrini, Boria, Monopoli, Petrella, De Biase, Giampieri. In panchina: Nisi, Peccapelo, Ippoliti, Pesaresi, Serenello, Carmenati.

KONLASSATA ANCONA 2001: Calò, Soliz, Abram, Anaya, Ciarrocchi, Guimfack, Spina, Bucur, Santiago, Ziolek. In panchina: Ritelli, Lopez, Anoushahin, Coman D., Gjoni, Rumori, Coman M. Mister: Luigi Ventrella.

IMG_20150131_143124 IMG_20150131_143128

Big match della terza giornata di ritorno, c’è anche un bel pubblico sugli spalti e un bel sole che però non è riuscito ad asciugare un campo che si presenta in pessime condizioni, con molte pozzaghere.

PRIMO TEMPO (1-0) Ritmi non alti, le squadre si studiano e si temono. All’8′ alto un tiro del terzino avversario. Al 9′ bel lancio di Santiago per Ziolek, potrebbe essere una grande occasione, a tu per tu con il portiere l’attaccante polacco, che però scivola. Al 10′ ancora il bomber polacco tira fuori una punizione. Al 13′ un rinvio della difesa va a sbattere sulla schiena dell’arbitro, che offre così un gran pallone agli attaccanti casalinghi, che non approfittano dell’occasione, il tiro è fuori. Al 16′ grossolano errore di Calò, che regala palla su un rinvio agli avversari, gran tiro di Giampieri, è il goal dell’1-0. Al 19′ è Spina a tirare male una punizione. Al 28′ Petrella, un attaccante casalingo, va vicino al goal. Al 30′ bella azione degli ospiti, Spina per Santiago, il pallone gli rimbalza male proprio al momento del tiro. Al 40′ altra occasione per Petrella, che manda alto sopra la traversa. Al 45′ Stoina per Santiago, poi bene per Ziolek, il tiro forte e preciso esce di un niente a portiere battutto, peccato.

SECONDO TEMPO (2-1) All’8′ andiamo al tiro, parato dal portiere, parte il contropiede del Ponterosso bravo Calò a intervenire. Al 15′ ammonito il nostro capitano che così dovrà saltare l’importante incontro contro l’Osimo Five. Al 19 Santiago, poi Ziolek per Spina, che da buona posizione tira piano, parata del portiere. Al 24′ Guimfack vicino al goal, il suo tiro è fuori. Al 25′ sul classico dei contropiedi viziato da un fallo da terra e da un fuorigioco, Bucur si ferma, ma l’arbitro non fischia, cross al al centro e il tiro di Monopoli si insacca, 2-0. Al 30′ punizione di Ciarrocchi deviata, arriva prima di tutti il bomber Ziolek e insacca per il 2-1, 4 goal nelle ultime 4 partite per lui. Al 33′ bella semirovesciata per Ziolek, fuori. Al 40′ gran tiro di Bucur, di un soffio alto. Il Ponterosso si innervosisce, commette falli cattivi e rimane in 9, Ciarrocchi risponde per le rime e viene espulso. 5 minuti di recupero, 3 occasioni per pareggiare, tre volte sotto porta su mischia, i nostri attaccanti prima Coman M., poi Ziolek e Gjoni non riescono a spingere la palla in rete. Peccato, perdiamo una partita importante, uno scontro diretto, ma siamo ancora in piena corsa. Negli spogliatoi avevamo chiesto una squadra che lottasse e cosi è stato, soprattutto nel secondo tempo.

Adesso dobbiamo preparare al meglio un’altra partita durissima, sabato in casa contro l’Osimo Five che è a solo due lunghezze dalla capolista, i Portuali.

Risultati, classifica, calendario

PAGELLE

Calò – 5 – partita che lo vede protagonista nel bene e nel male. Ottime uscite e belle parate salva porta, ma l’errore che permette al Ponterosso di passare in vantaggio non è di quelli che ci si aspetta da un portiere della sua esperienza.

Soliz – 7 – grossa conferma e continua crescita per il forte difensore dell’Assata. Il temuto attaccante foggiano del Ponterosso non vede mai la palla, sempre sovrastato tecnicamente e fisicamente. Inoltre spinge con efficacia e tempismo.

Abram – 6 – inizia un po’ titubante, poi tiene bene la posizione impreziosendo la sua partita con due diagonali in anticipo sull’attaccante avversario. Sfortunato in occasione del goal, si butta sulla palla alla disperata, ma ormai il patatrac era fatto. Chiede il cambio per stanchezza e per il virus che lo sta debilitando.

Carlos – 7 – bella partita del centrale dell’Assata, che ormai è più che una certezza. Inizia andando a cercare il raddoppio sugli esterni e finisce rincorrendo tutti gli avversari come ultimo baluardo della squadra, tutta protesa alla ricerca del goal del pareggio.

Ciarrocchi – 3 – tre, come probabilmente le giornate di squalifica che prenderà dal giudice sportivo. La sua partita sempre eccezionale, fatta di battaglia e di tecnica sopraffina, viene sciupata alla fine con un gesto di nervosismo che gli costa il cartellino rosso e un’assenza che rischia di essere lunga e gravare pesantamente nell’economia della squadra anche per le prossime partite. Ingenuo.

Donald – 6,5 – primo tempo con il freno a mano tirato, sbaglia molti appoggi e sembra soffrire terribilmente il campo infame. Cresce nella ripresa, recuperando diversi palloni e lottando con caparbietà, ritornando a essere il “the wall” che conosciamo.

Stojan – 6 – il soldatino al rientro dopo la squalifica, come al solito si contraddistingue per corsa e generosità, ma soprattutto nel primo tempo si intestardisce in fraseggi e azioni solitarie che non portano benefici alla squadra, meglio nella ripresa con più inserimenti senza palla e meno tentativi solitari.

Bucur – 5 – il cigno si impantana nel fosso di Ponterosso. Primo tempo abulico, dove sbaglia tutto quello che può sbagliare, anche appoggi di cinque metri, meglio nella ripresa anche se spostato in posizione di terzino, dove però sul secondo goal, ritorna il suo peggior difetto: perché ti fermi a protestare invece di continuare a fare il tuo lavoro??

Santiago – 7 – quando si accende la sua voglia di giocare, si accende la squadra. Nel primo tempo pare l’unico ispirato, ma predica quasi nel deserto, nel secondo tempo si sposta a destra e innesca in continuazione le punte, creando così occasioni su occasioni. Prova anche il tiro. Speriamo il peggio sia passato, serve un leone per risalire la china.

Woitec – 7 – quarto goal in quattro partite consecutive, cecchino incredibile. E si mangia almeno altre due occasioni. Nel primo tempo viene cercato poco e male dai compagni, ma nonostante tutto si crea un paio di occasioni interessanti, nel secondo tempo i difensori avversari possono solo abbatterlo e per uno della sua stazza non è facile.

Spina – 5 – si sbatte e si dà da fare, ripiega e prova dei numeri, ma ancora non è il giocatore che ci aspettiamo. Sarebbe sufficiente il suo apporto, ma il goal mangiato a tu per tu con il portiere è un errore imperdonabile per uno della sua tecnica e della sua esperienza.

Gjoni – 6,5 – fresco e pimpante entra e spezza la partita con la sua velocità e le sue serpentine. Si mangia per troppo altruismo un goal fatto, l’altro invece sbaglia la mira.

Coman M. – 6 – buon approccio alla partita e tanto movimento. Ha voglia e si vede, ma spesso si perde nel fare la cosa più difficile invece che la più semplice. Il rigore in movimento in cui si fa anticipare dall’avversario gli costa mezzo voto in meno. Nei campi irregolari, la palla va aggredita non aspettata.

Coman D. – sv – qualche minuto per sistemare la difesa orfana del capitano espulso.

Sabato prossimo, dopo la partita:

loc7def

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...