17^ giornata di campionato e festa dei 14 anni!

7/2/2015 campo sportivo don Orione di Candia
KONLASSATA ANCONA – OSIMO FIVE    3 -2
3′ pt Spina, 25′ st Bucur (R), 39′ st Bucur (R)

Konlassata Ancona - Osimo five

KONLASSATA ANCONA: Calò, Soliz, Coman D., Anaya, Grelloni, Guimfack, Spina, Stoian, Bucur (C), Santiago, Ziolek. In panchina: Ritelli, Lopez, Luchian, Palombi, Gjoni, Rumori, Coman M.

OSIMO FIVE: Fiorani, Mazzieri, Rossetti, Fabrizi, Severini, Scarponi, Santucci, Guerrini, Persiani, Cela. In panchina: Donati, Kapxhiu, Muca, Marseglia, Bellucci, Bajrami, Tuzzi.

Le squadre entrano in campo e quasi non credono ai loro occhi, una coreografia speciale per i 14 anni che ricopre l’intera gradinata del don Orione, una cosa mai vista in queste categorie, ma il nostro è un pubblico strepitoso, tra l’altro tanta gente sugli spalti e un ospite d’onore, lo zio di Ciro Esposito, Vincenzo Esposito, che abbiamo invitato ad Ancona a presentare il suo libro “Ciro Esposito, ragazzo di Scampia”, nel giorno dei festeggiamenti per i 14 anni della nostra polisportiva. 

PRIMO TEMPO (1-1) Conosciamo i nostri avversari e sappiamo che per loro vincere questa partita significherebbe il primo posto. Al 3′ su una bella azione di Santiago, cross al centro, arriva Spina, che mette dentro e festeggia sotto il settore l’1-0. Al 10′ bel tiro di Bucur, di poco fuori. Al 12′ angolo per gli ospiti. Al 13′ tiro pericoloso di Santiago, parato dal portiere. Al 15′ va fuori una punizione di Santiago. Al 20′ angolo per l’Osimo, il tiro forte da fuori area colpisce il palo interno. Al 23′ altro angolo per l’Osimo, questa volta il tiro è alto. Al 30′ occasione per l’Osimo, grande Calò che salva con i piedi. Al 35′ punizione per gli ospiti deviata in angolo. Al 40′ contropiede dell’Assata, Spina per Ziolek, per Santiago, il tiro è alto. Al 43′ occasionissima, Santiago per Spina, bel cross per Bucur che tira alto da buona posizione, bella azione. Al 45′ un tiro dalla distanza dell’Osimo si insacca per l’1-1.

Konlassata Ancona - Osimo fiveKonlassata Ancona - Osimo five

SECONDO TEMPO (3-2) già al 1′ un angolo per l’Assata, niente di fatto. Al 2′ gli ospiti passano in vantaggio, un tiro cross calcolato male dal portiere sbatte sul palo e va dentro, 1-2. Al 3′ tiro di Spina, fuori di poco. Al 25′ rigore netto per i padroni di casa, va Bucur e segna, 2-2 e Osimo in 10. Al 35′ bella punizione di Bucur deviata in angolo, poi ancora al tiro Bucur in rovesciata, para il portiere. Al 39′ Gjoni viene atterrato ancora una volta in area, ancora Bucur dal dischetto e segna il goal del 3-2. Pochi minuti di sofferenza interminabili, gli ospiti in 9 vanno per due volte vicino al pareggio, ma dopo 5 minuti arriva il triplice fischio, è finita la partita, ma non la festa per i nostri 14 anni, che continua con il terzo tempo, stavolta allestito non al campo, ma al csa Asilo Politico, dove prima delle danze, Vincenzo Esposito presenta il suo libro “Ciro Esposito, ragazzo di Scampia”.

Risultati, classifica, calendario

PAGELLE

Calò – 6 – partita attenta e concentrata per il portierone dell’Assata, che piace per la personalità e la grinta con cui guida la difesa, ma nel cui giudizio pesa oltre che la parata di piede straordinaria che non permette agli ospiti di andare sul doppio vantaggio, anche l’incertezza sul secondo goal osimano e le incertezze degli ultimi concitati minuti.

Coman D. – 6,5 – partita di grande ardore agonistico per il difensore dell’Assata. Concentrato, determinato e cattivo, riesce questa volta a non cadere nella trappola dell’isterismo che troppo spesso ne aveva compromesso il rendimento nel passato. Un bel passo avanti da consolidare.

Soliz – 7 – spostato a sinistra, si conferma un’arma difensiva incredibile per la formazione biancorossa, tampona e riparte, chiude e si propone. Ormai una certezza, a volte eccede in superficialità, deve essere più efficace e in alcune circostanze deve non badare tanto per il sottile.

Carlos – 6,5 – doveva essere un esame di maturità e lui lo passa a pieni voti. Contro un avversario cattivo, rustico e non accomodante, raramente si perde, molto efficace nelle chiusure e nei raddoppi, si fa trovare molliccio solo all’inizio del secondo tempo quando tutta l’Assata sente psicologicamente il doppio colpo avversario, ma poi reagisce da veterano e porta a termine una partita maiuscola.

Grelloni – 7 – all’esordio dal primo minuto con la maglia dell’Assata, non fa rimpiangere il capitano Ciarrocchi, offrendo una gara di grande intensità e sostanza. Sempre puntuale nelle chiusure, dà sicurezza a tutti i compagni di reparto. Di fioretto o di sciabola, a seconda delle circostanze, ogni volta la scelta risulta sempre quella azzeccata.

Donald – 6,5 – Il “muretto” dell’Assata, ancora una volta si dimostra un ottimo recuperatore di palloni, ma ha difficoltà a trasformarli in palloni giocabili. In difficoltà soprattutto nel finire del primo tempo, cresce nella ripresa e si dimostra un grimaldello prezioso per il centrocampo della squadra biancorossa.

Stojan – 7 – è imprendibile il soldatino rumeno. Corre, tampona, rilancia, si inserisce e va al tiro. Una partita di grandissima generosità che solo un intervento killer dell’avversario poteva interrompere. A volte si intestardisce in azioni isolate e solitarie, ma avrà tempo e modo per migliorare.

Bucur – 7,5 – finalmente…. il cigno. Ed è la notizia più bella della giornata. Già dal primo tempo si vede che Bucur ha un altro piglio, un’altra sicurezza, ma quando si divora in contropiede un goal fatto, la paura che possa uscire dalla partita aleggia sul Don Orione. Invece nel secondo tempo sale in cattedra, al di là della doppietta su rigore, sforna una prestazione maiuscola da vero capitano.

Santiago – 7,5 – e quando Santiago si mette le vesti del leone, per gli avversari c’è poco da fare. In una partita dove serviva una carica incredibile, è lui che prende per mano la sua squadra e mette in scena giocate e recuperi degni del migliore Santiago. Entra nell’azione del primo goal, rifinisce una serie incredibile di palloni, fa impazzire ogni suo avversario diretto (il primo esce dopo 35 minuti), subisce due falli da rigore, di cui solo uno viene sanzionato dall’arbitro. Di questa Assata che cresce e lotta, lui è il simbolo. Indomabile.

Ziolek – 6,5 – partita difficile la sua, non ha molte occasioni per tirare (anche se quella del secondo tempo appare abbastanza facile), ma con il suo fisico e con il suo gioco riesce a infastidire regolarmente la difesa avversaria che lo soffre maledettamente. Non segna, ma alla fine risulta uno dei giocatori più utili in funzione della squadra.

Spina – 7 – finalmente una buona prova degna della sua fama. Si fa trovare pronto segnando il goal dell’iniziale vantaggio dell’Assata, costantemente cercato dai compagni, soprattutto nel primo tempo, si danna l’anima sacrificandosi tra fase offensive e difensive. Meraviglioso l’assist che offre a Bucur sul finire del primo tempo. Non ancora al top fisicamente, viene sacrificato per dare più velocità a un attacco che sembra all’inizio della ripresa un po’ bloccato. Scelta giusta, ma ha dimostrato che le sue capacità saranno utilissime per raggiungere l’obiettivo.

Gjoni – 7 – il “Maradona dei Carpazi” entra e mette in difficoltà la retroguardia ospite con la sua velocità e le sue serpentine. Impreziosisce la sua prova soffiando la palla al difensore e costringendolo a fare il fallo da rigore per il definitivo vantaggio Assata.

Palombi – 6 – una ventina di minuti a puntellare il centrocampo orfano di Stoian infortunato. Al rientro dopo lungo periodo, gestisce bene la squadra e stringe i denti con i compagni nell’infuocato finale di gara.

Coman M. – 6 – entra sul calar della partita, ha una palla buona ma Gjoni gli interferisce la giocata. Entra però con la giusta testa e va a duellare con tutti gli avversari mettendosi a disposizione della squadra in termini di volontà e sacrificio.

Tutte le foto della giornata

Potete ascoltare alcuni momenti della presentazione del libro e un’intervista a Vincenzo nel video che segue.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...