X giornata andata

14/11/2015 campo supplementare Vincenzo Monaldi, Porto Recanati
REAL PORTO – KONLASSATA ANCONA 2-0

REAL PORTO: Iommi, Grilli, Mozzicafreddo, De Pasquale, Domenella, Monaldi, Cizmic, Pigini, Ballarini, Fratini, Morelli. In panchina: Bilò, Marinelli, Gasparini, Basili, Dalimi, Sampaolesi, Fossatelli.

IMG_2156 IMG_2154

KONLASSATA ANCONA: Calò, Stoian, Mercanti, Omokaro, Soliz, Minni, Sdiri, Santiago, Moglie, Gjoni, Coman. In panchina: Ritelli, Deme, Guimfack, Anaya, Spina. 

Arriviamo al campo di Porto Recanati ancora increduli per l’arresto del nostro presidente Alessio Abram, avvenuto nella giornata di ieri, a causa di vecchissime condanne legate alla violazione del DASPO. Alessio rappresenta le fondamenta della nostra polisportiva ed è punto di riferimento per i ragazzi della squadra, a cui la società richiede oggi ancor più che nelle giornate precedenti un impegno maggiore, affinché gli possa giungere almeno una bella notizia, la vittoria tanto attesa in questa stagione. Ma la squadra non ha ancora ritrovato la grinta che nella stagione scorsa le ha permesso di scalare la categoria e che quest’anno si è affacciata a sprazzi in alcune partite.

PRIMO TEMPO (1-0): Per la seconda partita consecutiva andiamo in svantaggio già nei primi istanti di gioco, prendendo goal al 2° minuto e per tutto il primo tempo non siamo in grado di reagire a un gioco non particolarmente aggressivo dei nostri avversari di turno. Al 6′ segnaliamo un tiro alto di Stoian, mentre all’8′ Calò para con un tuffo un tiro in porta dei padroni di casa. Dopo un minuto azione da calcio d’angolo del Porto Recanati, tiro di testa, fuori. Al 18′ punizione per il Real Porto, devia il tiro Calò, mentre al 20′ è la difesa dell’Assata a salvare la porta da una mischia pericolosa nella propria area. Al 21′ attacca l’Assata, ma rinvia la difesa avversaria. Al 23′ su un rinvio sporco del portiere del Real, attende troppo Santiago per tirare e l’occasione per l’Assata sfuma, mentre è alto il suo tiro al 29′. Al 34′ Gjoni viene atterrato al limite dell’area, è punizione per l’Assata, ma il goal non arriva né in questa occasione, né al 38′ quando l’Assata batte un’altra punizione, respinta dalla difesa avversaria. Finisce 1-0 un primo tempo senza troppe emozioni.

SECONDO TEMPO (2-0) parte subito bene l’Assata, al 1° minuto punizione dal limite battuta da Moglie, ci arriva Coman M. di testa, ma il suo tiro è alto. Al 4′ da un tiro respinto parte una serie di attacchi dell’Assata, con due calci d’angolo e tentativi vani di far entrare il pallone del pareggio. All’8′ si rende pericoloso il Real, salva Omokaro la porta della squadra ospite. Al 9′ Santiago atterrato in area, rigore netto, ma non per l’arbitro che fa continuare il gioco. Al 10′ il tiro di Gjoni è alto sopra la traversa. Al 16′ cross in area dell’Assata, ma la palla attraversa l’area senza esito. Nei minuti successivi si rende più volte pericolosa la squadra di casa, finché non arriva al 24′ il goal del raddoppio, 2-0. Due minuti dopo il nr 17 del Real Porto, autore del secondo goal,  viene atterrato in area, è rigore, ma Calò non ci sta e respinge il tiro. Al 30′ Spina viene atterrato in area, ma l’arbitro fa proseguire, non assegnando all’Assata il rigore per la seconda volta. Al 33′ azione personale di Gjoni, ma il suo tiro è fuori. Al 37′ secondo giallo per Gjoni e l’Assata rimane in 10. Al 41′ esce Minni ed entra Guimfack. Al 43′ doppia parata per Calò.

Si conclude così senza altre azioni degne di menzione la X giornata di campionato, i tifosi chiedono che la squadra vada comunque sotto gli spalti, per dedicare l’ultimo coro della giornata al presidente, a cui avremmo voluto comunicare un risultato diverso, per scacciare l’amarezza almeno per qualche istante.

Risultati, classifica, calendario

Sabato arriva in casa l’Atletico Offagna, attualmente penultima in classifica, con soli due punti più di noi, ma non per questo possiamo rilassarci, c’è ancora tanto lavoro da fare e soprattutto la grinta da ritrovare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Calcio, Calcio a 11. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...